La maggior parte di noi, con l’allarme Coronavirus, si è ritrovato a fare smart working, ovvero a lavorare da casa. Non tutti però, hanno la fortuna di avere una scrivania a disposizione o una stanza che faccia da ufficio, e si ritrovano magari a lavorare seduti al tavolo della cucina. Oltre al fatto che quando non si è abituati, ogni cosa può diventare una tentazione/ distrazione: accendo un attimo la tv per sentire le news, ogni cibo a disposizione in cucina, una telefonata a un amico, le coccole al cane o al gatto…. si corre quindi il rischio di essere meno produttivi e di arrivare a fine giornata pensando di non aver fatto molto. Ecco perché abbiamo preso i migliori consigli degli esperti per farti massimizzare il tuo work from home, la tua giornata lavorativa da casa. 

Suggerimenti per aumentare la tua produttività quando si deve lavorare da casa

Imposta la tua giornata

Che si tratta di fare una semplice lista delle cose da fare o da portare a termine, di impostare riunioni da remoto con il resto del team, prima di iniziare a lavorare metti per iscritto il piano di giornata, comprese le pausa che hai intenzione di fare.

Laura Wanderkam, autrice di numerosi libri sulla gestione del tempo e sulla produttività, afferma: “È meglio impostare un programma per la giornata con orari specifici assegnati a tutti i progetti su cui si intende lavorare. Fai delle pause regolari. Molte distrazioni sono in realtà la prova che il cervello ha bisogno di una pausa, e se non se prende una vera, se ne prenderà una falsa – come ad esempio sentire improvvisamente il bisogno di organizzare le tue mensole.”

Crea l’ambiente ideale

Ormai è dimostrato come l’ambiente che abbiamo intorno vada ad influenzare il nostro modo di lavorare: dalle luci alla temperatura che c’è nella stanza. Ricordiamoci che siamo a casa e potremmo non avere le comodità dell’ufficio, come la sedia ergonomica, ma possiamo mettere in pratica qualche accorgimento per agevolare al meglio il nostro lavorare da casa. Eccone alcuni: 

  • metti una playlist di musica classica o jazz per creare la concentrazione ideale. Se in ufficio sei abituato a lavorare con musica rock, metti quella, ricordati che devi ricreare il mood che hai di solito quando lavori
  • utilizza un diffusore di essenze: aggiungi qualche goccia di menta o eucalipto che agevolano la concentrazione
  • vestiti: anche se lavori da casa, non rimanere in pigiama. Al mattino, quando ci prepariamo per andare in ufficio o in azienda, tendiamo a essere molto abitudinari, cerca di ripetere alcune di queste azioni cosicché il cervello capisca che deve passare dalla modalità casa a quella lavoro, anche se non cambierà l’ambiente. 

Fai una pausa quando ti senti improduttivo

Vedi che stai arrancando, ci stai mettendo un sacco di tempo nello svolgere un task, come in ufficio, è sintomo che devi fare una pausa. Approfittane per portare un fuori il cane (è ancora concesso), oppure fai una pausa di 15 minuti prendendoti una tazza di té, se hai la possibilità esci in giardino a prendere una boccata d’aria o sul balcone. Staccare o cambiare ambiente/stanza servirà a resettare il cervello e a riprendere più facilmente il focus quando torneremo a lavorare. Inoltre, tieni d’occhio l’orologio. Lavorando da casa potremmo trovarci a lavorare più del dovuto e con meno pause. Quindi, se hai fatto quello che dovevi, trascorse le 8 ore, spegni il laptop. 

Metti i confini tra casa e lavoro

Che sia una situazione temporanea o prolungata, i confini tra lavoro e casa devono essere mantenuti per avere un equilibrio tra vita personale e professionale. Per facilitare questo, dovrai porre attenzione alla tua comunicazione e alla tua disponibilità. Molte persone inviano email e messaggi quando sono a casa indipendentemente dalle ore perché non vogliono essere percepiti come rilassati. Sarebbe quindi opportuno stabilire con i colleghi una sorta di netiquette: fino a che ora mandare le email, come essere contattati in caso di urgenza… 

A maggior ragione se lavori da casa e hai una famiglia, trova i giusti spazi e concedi al partner o ai figli il giusto tempo. Il non andare in ufficio non significa dover essere reperibili e disponibili 24h. 

Altra cosa da non dimenticare, è la socializzazione con i colleghi anche se non condividete lo stesso spazio in ufficio. Se devi approfondire qualcosa, opta per una chiamata o una videochiamata, piuttosto che un’email. In questo modo, è più facile approfittarne anche per fare 4 chiacchiere che non hanno a che fare con il lavoro. 

Come ti stai trovando in questi giorni a lavorare da casa? Raccontacelo nei commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.