Abbiamo già parlato del metodo Wim Hof e di come quest’uomo abbia sviluppato un processo in 3 fasi, che può aiutare le persone ad affrontare meglio lo stress fisico e psicologico. Questo 3 fasi comprendono la meditazione, la respirazione e l’esposizione al freddo e molte persone che praticano questa tecnica costantemente hanno testimoniato di aver non solo migliorato le loro prestazione atletiche ma sono meno soggetti ad ammalarsi.

Anche Gianni Bianchini, nella nostra intervista ha confermato i benefici del metodo Wim Hof e di come meditazione, esercizi di respirazione e docce fredde siano diventati parti della sua quotidianità. In questo articolo in particolare, vogliamo focalizzarci sulla respirazione del metodo Wim Hof e spiegarti nel dettaglio in cosa consiste e come puoi esercitarla.

Come puoi praticare la respirazione del metodo Wim Hof

La respirazione del metodo Wim Hof è una respirazione controllata che si alterna fasi di iperventilazione a fasi in cui si trattiene il respiro. Lo stesso Wim Hof consiglia di fare questo esercizio al mattino, preferibilmente a digiuno, mentre sei sdraiato o seduto. Non farlo mentre sei in piedi, in acqua o in macchina poiché l’iperventilazione potrebbe causare vertigini.

Essendo un processo di iperventilazione controllata potrebbe essere normale, soprattutto le prime volte, provare sensazioni di formicolio e vertigini. A livello emozionale, è altresì normale, provare forti sensazioni di riso come di pianto. Il consiglio di Wim è quello di lasciar fluire tutto quello che sentiamo, liberamente.

Prima di procedere, ricorda che questo esercizio non deve risultare scomodo né fisicamente né a livello mentale, quindi se non ti senti a tuo agio, hai difficoltà o provi sensazioni spiacevoli, interrompilo e provalo in un secondo momento.

Ecco come eseguire la respirazione di Wim Hof:

  1. Seduto o sdraiato in un luogo sicuro, inizia a respirare consapevolmente con il diaframma. Inspira dal naso, riempiendo la pancia, espira dalla bocca lasciando andare tutta l’aria. Assumi un ritmo costante: inspirazione di 2-3 secondi, espirazione di 2-3 secondi senza pausa tra una e l’altra.
  2. Fai una respirazione di circa 30 – 40 respiri.
  3. Una volta completata questa prima parte, dopo l’ultima espirazione non inalare nuova aria, ma invece trattieni il respiro il più a lungo possibile. Noterai che riuscirai a trattenere il fiato più a lungo di quanto pensi e allenandosi in questo tipo di respirazione, riuscirai a trattenerlo anche per più minuti.
  4. Quando capisci che sei arrivato al limite, fai un altro respiro profondo e trattienilo per altri dieci o quindici secondi.
  5. Hai concluso così il primo round. Non ti rimane che ripetere tutto il processo di respirazione Wim Hof, riprendendo dal punto 1. Fallo per almeno 3 – 4 round.

Per facilitarti, ti mettiamo qui sotto il video di Wim Hof che tiene il tempo sull’inspirazione e sull’espirazione che dovrai seguire nei diversi round. Ti basterà ascoltare la sua voce che ti dice quando devi inspirare, quando espirare e quando trattenere il respiro. Ti ripetiamo che non deve essere nulla di scomodo, quindi prenditi il tuo tempo per gestire le diverse fasi, fino a quando riuscirai a maneggiare questa tecnica in maniera fluida. Aspettiamo di sapere nei commenti come ti sei trovato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *