Una cultura ricca di feedback, dove le persone si sentono a proprio agio nel chiedere e ricevere feedback da colleghi e manager, può davvero cambiare il funzionamento di un ambiente di lavoro.

Ma troppo spesso il feedback è qualcosa che accade solo una volta all’anno, durante le valutazioni annuali. Ti ricordi l’ultima volta che qualcuno ti ha dato un feedback sulle tue prestazioni sul lavoro? Se ci hai dovuto pensare per più di qualche secondo, probabilmente è stato troppo tempo fa.

Anche se ricevere feedback può essere scoraggiante per le persone, è anche assolutamente necessario se si vuole creare team motivati e performanti.

Ecco perché.

Stimola il cambiamento e alimenta la crescita

Il feedback offre alle persone l’opportunità di guardarsi sotto una luce diversa. Li aiuta a vedere come gli altri li percepiscono e l’impatto che il loro stile comportamentale e il loro modo di lavorare ha sugli altri membri del team. Questo può essere particolarmente utile per i leader, in quanto li aiuta a vedere come possono essere meglio in grado di generare fiducia e ispirare una migliore performance del loro team.

Inoltre, la maggior parte delle persone vuole naturalmente avere successo nel proprio lavoro e, di conseguenza, sono spesso molto ricettivi ai feedback costruttivi.

Dà alle persone un senso e uno scopo

Come esseri umani, tutti noi vogliamo sentirci apprezzati. In un contesto lavorativo, questo significa sentire che c’è valore in ciò che facciamo e in ciò che portiamo all’azienda, ed è fondamentale sapere che facciamo parte di un team che lavora tutti verso gli stessi obiettivi.

Questa consapevolezza di essere utili e apprezzati ci dà uno scopo e ci dimostra che ciò che facciamo ha un senso. Questo è ciò che fa sì che le persone si presentino ogni giorno e diano il meglio di sé. Fornire un feedback regolare è un modo per dimostrare ai dipendenti che sono apprezzati e utili. Anche un feedback negativo può spingere le persone a voler fare meglio. Qualsiasi feedback, buono o cattivo, rafforzerà i tuoi dipendenti.

Migliora il coinvolgimento dei dipendenti

I dipendenti sono meno produttivi quando ricevono poco o nessun feedback. Anche se non lo esprimono, i dipendenti hanno bisogno di feedback. E con le giovani generazioni il feedback diventerà più focale per le aziende perché i millennials vogliono imparare continuamente e fare sempre meglio.

Aiuta a migliorare i rapporti di lavoro

Il feedback peer to peer apre i canali di comunicazione tra i dipendenti. Questo può essere particolarmente utile in caso di conflitto o tensione tra colleghi: dare un feedback è un’opportunità per far uscire le cose allo scoperto in modo che i problemi possano essere risolti e si possa trovare il modo di lavorare meglio insieme. Inoltre, con un feedback regolare piccoli problemi possono essere risolti prima che abbiano la possibilità di degenerare in qualcosa di più grande.

È importante che i dipendenti ricevano un feedback su come si stanno comportando e dove potrebbero essere in grado di migliorare. Ma non stiamo parlando solo di revisioni o valutazioni annuali, piuttosto, le organizzazioni hanno bisogno di una cultura sana e aperta in cui le persone danno e ricevono feedback regolarmente e in modo fluido.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *