Che sensazioni hai quando pensi all‘attività fisica? Molti potrebbero aver storto il naso, perché si associano idee di fatica, sudore e qualcosa che spesso si fa controvoglia. Sappiamo tutti però i benefici psico-fisici che si ricavano nel praticare esercizio fisico, se non quotidianamente, almeno in maniera continuativa.

Molto spesso però si trovano scuse come “non ho tempo”, “oggi sono troppo stanco”, “certi movimenti non riesco a farli”… sì, sono vere e proprie scuse, perché ognuno di noi ha almeno 15 minuti al giorno per praticare attività fisica, anche mentre guardiamo la tv. Non c’è bisogno di estenuanti sessioni di allenamento di ore e ore, né di fare qualcosa che non ti piace, anzi far diventare l‘attività fisica una pratica quotidiana (o quasi), potrebbe essere più semplice di quanto credi, e renderla parte del tuo stile di vita, potrebbe risultarti addirittura divertente.

Sei scettico e non sai da dove cominciare? Ti forniamo noi 6 consigli che ti permetteranno di cambiare stati d’animo e sentimenti in merito all’esercizio fisico.

7 consigli su come rendere l’attività fisica parte della tua quotidianità

Comincia con il capire cosa non ti fa piacere l’attività fisica

Ti sei già iscritto 6 volte in palestra e dopo 2 mesi hai mollato ogni volta? Ok, comincia a capire cosa ha fatto scattare il fatto che tu abbia abbandonato ogni volta. Qualunque cosa tu abbia riposto, si riconduce sempre ad unica cosa: non eri abbastanza motivato. Ora devi capire cosa non ti dava la motivazione e il 90% delle volte si riduce al fatti che non ti piaceva lo sport praticato. Per quanto la moda e i social, ci vogliano tutti in palestra a fare squat e a sollevare pesi, l’attività fisica non è SOLO quello. Le cose che facciamo diventano più facilmente un’abitudine quando ci piace farle, quindi se hai abbandonato la palestra tutte le volte è perché probabilmente non ti dava abbastanza stimoli positivi.

Datti una possibilità provando con altri sport: nuoto, equitazione, sci, corsa, camminata veloce, yoga, tennis, calcio, basket…. ci sono davvero tantissime opzioni. “Non ho tempo”, “sono troppo vecchio ormai”, “sono fuori forma per iniziare qualsiasi cosa”, “sono una persona pigra”…. sono tutte convinzioni limitanti che hai su di te. Inizia quindi a cambiare la tua mentalità su te stesso e a non sabotarti ogni volta. Non ci sono ragioni valide per cui tu non possa fare sport o semplice attività fisica, devi solo trovare quella che ti piace.

Inizia gradualmente

Non devi passare da 0 a livello di atleta professionista nel giro di un mese, né iniziare con allenamenti da 2 ore, anzi questo ti farà solo odiare qualsiasi cosa e tornerai al punto di partenza. Una volta che hai capito quale attività fisica ti piace, cominciala gradualmente. Il CDC (Centers of Disease Control and Prevention) ha spiegato che affinché un’attività fisica abbia concreti benefici sulla salute di un adulto, bastano 150 minuti a settimana per un’attività aerobica moderata (camminata veloce, aerobica in acqua, doppio di tennis, ballo…), o 75 minuti a settimana per un’attività aerobica intensa (corsa o jogging, nuoto in corsia, aerobica, singolo di tennis, saltare la corda, escursionismo…).

Comincia quindi con un esercizio moderato, anche solo per 15 minuti al giorno e poi aumenta gradualmente, ti renderai conto che supererai anche i 30 minuti richiesti. Il consiglio in più: per muoverti di più, togli i piccoli comfort a cui sei abituato: scale invece dell’ascensore o delle scale mobili, se hai l’ufficio relativamente vicino, vai a piedi o in bici, se hai un cane, inizia a portarlo fuori tu e non chiedere a tuo figlio di farlo, in pausa pranzo approfittane per fare due passi, se sei seduto troppo per troppo tempo alla scrivania, alzati e fai stretching…

Allena anche la tua costanza

Solo se sei davvero malato, hai una motivazione per non fare sport, in tutti gli altri casi, dovrai allenare parallelamente il tuo fisico e la tua costanza. Ogni volta che ti ripeti: “lo faccio domani”, “oggi è stata una giornata troppo dura”, “sono troppo stanco” è il momento perfetto per alzarti dal divano e iniziarti ad allenare. Ti posso assicurare che fatto questo passo, che è quello che richiede più disciplina e forza di volontà, il resto sarà in discesa e man mano che lo farai, man mano questo genere di pensieri spariranno automaticamente. Anche nei giorni più difficili, trova anche solo 15 minuti per fare qualcosa: saltare la corda, trampolino, pesi, corsa sul posto, jumping jack… qualsiasi cosa, ma muoviti.

Quando non sei motivato ricordati questa cosa: l’attività fisica stimola la produzione degli ormoni della felicità come dopamina, la serotonina e gli estrogeni, ecco perché a maggior ragione quando abbiamo avuto una pessima giornata, dovremmo fare attività fisica: il benessere sarà immediato.

Tu sei tu!

Hai deciso di andare in palestra o hai scoperto che le classi di Zumba sono la tua passione? Benissimo, quando inizi un’attività fisica che vede coinvolte anche altre persone, ricordati che tu sei tu! Molte delle attività di gruppo vengono abbandonate dopo poco tempo perché si iniziano a fare comparazioni con le altre persone che vi partecipano e si cominciano a fare pensieri limitanti come: “io non riesco a fare questa cosa e non ci riuscirò mai”, “io non sarò mai al suo livello”, “lei hai già perso 5 kg e io solo mezzo”….

Spoiler: incontrerai sempre persone più forti, più elastiche, più muscolose di te, ma loro sono loro e tu sei tu e ognuno raggiunge i propri risultati con i propri tempi. E soprattutto tu non puoi pretendere di essere allo stesso livello di una persona che pratica quello sport da anni quando tu sei alla terza lezione. Quindi smetti subito di fare paragoni con la situazioni degli altri e focalizzati solo sulla tua: tu devi essere la migliore versione di te stesso.

Puoi prendere altri come modello di riferimento e fonte di ispirazione per i tuoi traguardi ma ricordati sempre che ogni corpo è diverso, ogni motivazione è diversa e anche i risultati possono essere diversi. Gareggia solo con la tua versione di ieri e se sei migliorato anche solo di pochissimo, festeggia il risultato raggiunto.

Dormire bene è importantissimo

Molte persone si sentono spesso stanche e prostrate perché non riescono a riposare bene. Non ci stancheremo mai di dire quanto sia importante dormire meglio, non solo per un’attività fisica costante ma anche per tutte le attività quotidiane che dobbiamo fare. Più il sonno sarà di qualità, maggiore energia avrai, quindi comincia da qui per migliorare il tuo rapporto con lo sport.

Rendila una cosa confortevole

Più sarà comodo per te iniziare ad allenarti, più ti sarà facile iniziare. Saresti motivato ad andare in un centro sportivo che è a un’ora di macchina da casa tua? Non credo. Ecco perché, se non vuoi allenarti a casa, dovresti cercare una struttura che sia facile da raggiungere e, in generale, trovare piccoli escamotage che ti aiutino a cominciare più facilmente. Per esempio, se vuoi perdere peso, metti in un posto in bella mostra tutti i kg che hai perso settimana dopo settimana, questo ti dovrebbe dare la giusta motivazione a continuare.

Fai attività fisica con un amico

Se sai già che da solo non riesci ad essere costante (convinzione limitante che dovresti cambiare subito!), per facilitarti l’inizio dell’attività fisica, coinvolgi un amico o un’amica. Anche quando non avrai la minima voglia, lui o lei ti motiverà a andare a correre, a fare la partita di tennis o a tuffarti in piscina… Insomma, sarà l’input iniziale che hai bisogno e settimana dopo settimana, sarai in grado di migliorare anche la tua costanza cosicché, il giorno in cui il tuo “sponsor” non potrà, tu riuscirai ad allenarti anche da solo.

In generale, l’attività fisica deve essere qualcosa per te divertente, che ti piace fare e che ti aiuterà a migliorare non solo la forma fisica per una salute migliore ma che avrà effetti benefici anche sul tuo umore, sulla sicurezza in te stesso e sulla tua forza di volontà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *