Conosciamo tutti i benefici di corsa e meditazione come attività individuali: la corsa è un ottimo allenamento non solo per tenersi in forma ma anche per il nostro sistema cardiovascolare, la meditazione ci aiuta a ridurre stress e ansie, migliora la concentrazione e la propria autoconsapevolezza. Hai mai pensato a cosa potrebbe succedere mettendo insieme corsa e meditazione? Oggi ti parliamo della run meditation, ovvero la meditazione corsa.

Ti avevamo già parlato della meditazione camminata, come forma di meditazione attiva ma forse ti starai chiedendo se la corsa non sia fin troppo attiva, visto che la meditazione si focalizza principalmente sulla mente e sul rilassamento. In realtà, entrambe le pratiche hanno diversi punti in comune, primo tra tutti la ripetizione: più mediti e più ti alleni, più migliorerai le tue performance e i benefici che ne trarrai. Ecco perché basta trovare il modo giusto per combinarle. Con la run meditation, la meditazione mentre corri, vai a portare la consapevolezza al tuo corpo mentre lavori sulla tua forma fisica, in pratica si tratta si sintonizzarsi con il proprio corpo.

I benefici della run meditation, la meditazione mentre si corre

Coloro che praticano la run meditation sono in un aumento ogni anno e non c’è da stupirsi visti i benefici di questa attività congiunta. Ecco i maggiori vantaggi.

1.Diminuisce ansie e stati depressivi

Unire meditazione ed esercizio aerobico non porterà benefici solo a livelli fisici ma anche mentali. Studi hanno dimostrato che la pratica di entrambe porta a una riduzione degli stati d’ansia e di depressione fino al 40%.

2. Migliora la corsa stessa

A volte si tende ad associare l’attività fisica, soprattutto quella cardio, a valvole di sfogo per “correre via dai problemi”, piuttosto che prendere a pugni un sacco per manifestare rabbia e frustrazione. Unire la meditazione alla corsa, farà diminuire il livello di cortisolo, l’ormone dello stress, che ti permetterà di goderti maggiormente la corsa stessa, concentrandoti sui movimenti del tuo corpo e sull’ambiente intorno a te.

3. Maggiore continuità e resistenza

Strettamente connesso al punto precedente, il fatto di iniziare a godere del nostro momento di allenamento, non solo permetterà di avere maggiore continuità nella pratica ma l’avere piena consapevolezza dei movimenti e del proprio corpo, farà sì che avremo anche una maggiore resistenza. Quando sia mente che corpo sono rilassati e a proprio agio, il nostro livello di tolleranza aumenta notevolmente permettendoci di aumentare i km percorsi in breve tempo.

4. Più energia con la run meditation

Quando utilizziamo un’attività cardio come momento di sfogo (come spiegavamo nel punto 2), il rischio è quello di avere un momento iniziale di sprint e che nel giro di qualche minuto le energie vadano ad esaurirsi rapidamente. Praticare la meditazione correndo, non solo ti farà avere il pieno controllo sui tuoi muscoli migliorando la qualità della corsa ma ti permetterà di essere consapevole anche sulla tua energia, dosandola per tutto il tempo della pratica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *