Ti sei mai fermato un attimo a pensare a quelle che sono le tue abitudini? Quelle azioni involontarie e, a volte, del tutto automatiche che vanno a determinare la nostra identità e il nostro carattere. Oggi ti vogliamo parlare delle abitudini da evitare, quelle che dovrai cercare di non ripetere se le troverai in questa lista, perché sono quelle che molto probabilmente ti stanno bloccando dal raggiungere i tuoi obiettivi.

Chi sono per te le persone di successo? Le persone di vero successo non sono solo quelle con un conto in banca astronomico (quella è una delle conseguenze). Personalmente definisco una persona di successo, chi è riuscita ad raggiungere i risultati che si era prefissata, chi con il suo comportamento mi spinge a dare il meglio di me, chi compie il proprio scopo nella vita ogni giorno.

Come prendiamo ispirazione da queste persone che rappresentano i nostri miti o qualcuno che stimiamo particolarmente, possiamo fare lo stesso anche con le persone di non successo – infelici, al verde o demotivate – per cercare, all’opposto, di evitare gli stessi errori. 

È importante che tu li riconosca affinché possa iniziare a fare scelte e azioni consapevoli e propositivi, per creare una routine più produttiva. Ecco le 10 abitudini da evitare e che ti potrebbero tenere lontano dal tuo successo personale.

Abitudini da evitare: 10 azioni di interrompere subito

Multitasking

Erroneamente a quanto si possa pensare, il multitasking non è una pratica costruttiva. Diversi studi hanno dimostrato che se stiamo davvero svolgendo 2 azioni contemporaneamente, il nostro cervello è come se fosse costretto a cambiare spesso marcia, con il risultato che saremo meno produttivi e più inclini all’errore.

La conferma ti arriva anche delle situazioni più banali. A chi non è capitato di scendere dalla macchina mentre era al telefono e 5 minuti dopo chiedersi se avesse inserito o meno l’allarme?

A maggior ragione, quando si è impegnati in attività più complesse come quelle sul lavoro, focalizzati sul presente. Anche nelle cose un po’ più noiose, come possono essere convegni o riunioni, ascolta chi ti sta parlando ed evita di mandare messaggi, rispondere alle email o distrarti con il cellulare.

Primo, per una forma di educazione nei confronti delle persone presenti e che magari in quel momento stanno parlando, secondo, perché è ascoltando che si impara e potrebbero emergere cose che fanno riflettere ed essere utili. Quindi, resta concentrato e focalizzati su una cosa alla volta.  

Sbandierare i propri obiettivi

“Mi sto allenando per il triathlon”, “sto per scrivere un libro”, “ho intenzione di mettermi in proprio”… è ormai approvato che sbandierare i propri obiettivi potrebbe essere controproducente per alcune persone.

Le ragioni sono diverse. Avere addosso troppa pressione perché l’hai dichiarato, quindi tutti non solo si aspettano che tu raggiunga l’obiettivo con ottimi risultati, ma che lo faccia anche nel minor tempo possibile.

Al contrario, potrebbe subentrare quella che è definita “realtà sociale”. L’averlo detto fa scattare nella mente un sentimento di aver già raggiunto l’obiettivo e quindi portare ad una motivazione minore rispetto al duro lavoro che è davvero necessario.

Quindi, evita di esporre i tuoi piani quando sono ancora intenzionali e aspetta di avere dei fatti. 

Passare del tempo con le persone sbagliate

Hai mai sentito la frase: “Sei la somma delle 5 persone che frequenti di più”? L’ha pronunciata Jim Rohn, imprenditore e uno dei maggiori business philosopher americani.

Cosa significa? Che i tuoi pensieri, le tue abitudini, il tuo mindset, le tue azioni, i tuoi comportamenti, sono in qualche modo influenzati delle persone con cui passi la maggior parte del tuo tempo.

Ecco perché diventa un aspetto fondamentale, sceglierci i nostri pari, non ci sono legami famigliari o “amici da una vita” che tengano. Chi vuoi essere? Chi stai puntando a diventare?

Rispondi a queste domande e circondati di persone, anzi mentori, che ti aiutino a diventare la migliore versione di te.

abitudini-da-evitare-motivazione

Procrastinare

Spoiler: se stai continuando a rimandare al momento giusto, a quando le circostanze saranno più favorevoli, a quando ti sentirai sicuro… bè, quel momento non arriverà mai. Il momento giusto è ora, la cosa giusta da fare è cominciare.

Anche la scalata all’Everest inizia con un semplice passo, quindi fallo. Rimanda solo ad una condizione: il tempo extra che hai a disposizione ti permetterà davvero di fare un lavoro migliore. In tutti gli altri casi, smetti di procrastinare

Focalizzarti sugli aspetti negativi

Può capitare a tutti un periodo no e focalizzarci solo sugli aspetti negativi, ma questo atteggiamento andrebbe circoscritto solo a un momento. Da quello successivo, punta a trovare soluzioni e a quanto di buono hai.

Una delle 10 abitudini da eliminare è la lamentela. Lamentarsi non ti porterà a nessuna svolta, anzi, al contrario ti farà allontanare da questa.

Sei una persona che quando è giù di morale, vede solo nero? La soluzione è la gratitudine. Impara a dire grazie con una delle esercitazioni di Brené Brown e scoprine tutti i benefici.

Rimanere nell’ozio

Annibale docet. Gli ozi di Capua furono fatali per il suo esercito, che si vide sconfitto dopo un inverno a non fare nulla. Un grande errore in ottica militare ma non solo.

Cancellare piani, procrastinare per quando si avrà più voglia, non partecipare ad eventi per rimanere comodi sul divano di casa ti farà solo perdere possibili occasioni di vittoria. 

Attenzione, non stiamo dicendo di essere attivi 24/7, il riposo è giusto che ci sia così come il divertimento, cerca di sfruttare dei “momenti vuoti” per arricchire la tua crescita personale e professionale: leggi, senti podcast, entra nelle community, comincia un nuovo hobby…

Sentirsi già esperti

“Questo lavoro lo faccio da 20 anni, quindi non ho più nulla da imparare e nessuno può insegnarmi!”

Mai ci fu frase più errata e sono sicura che l’avrai sentita pronunciare almeno una volta in ambito professionale. In un mondo che è in continua evoluzione, tutti abbiamo da imparare e nessuno può sentirsi “arrivato” anche con 20 anni di esperienza.

Impariamo ad ascoltare tutti perché troveremo sempre qualcuno che, in qualche aspetto, avrà da insegnarci qualcosa. 

Incolpare gli altri

E’ colpa del governo, è colpa del mio capo, è colpa dei miei genitori, è colpa del mio collega… quando le cose non vanno o non stanno andando come desideriamo la soluzione più facile è dare la colpa a qualcun altro. Tra le 10 abitudini da eliminare perché non ti porteranno al successo, questa rientra nella top 3.

Certo, non possiamo controllare tutto e ci sono eventi che sono decisamente fuori dalla nostra portata o previsione (vedi Covid-19), ma possiamo controllare come reagire agli eventi.

Una delle massime che preferisco è “non puoi fermare le onde ma puoi imparare a surfare” e il concetto è esattamente questo: non puoi impedire il flusso degli avvenimenti, ma ti prendi la responsabilità di come decidi di affrontarli.  

Non essere curiosi

Come già accennato prima, il mondo si evolve e anche in modo piuttosto rapido e noi dobbiamo cercare di stargli dietro. Oggi imparare qualcosa è molto più semplice di prima poiché quasi tutti, hanno accesso alle milioni di informazioni presenti in internet. Quindi, che sia un hobby, una passione o un passatempo, coltivalo!

Anche solo sapere le notizie del giorno, sii curioso e continua a imparare. Leggi, ascolta, guarda… le persone che si informano e imparano hanno il potere di formare, creare e visualizzare meglio il futuro. 

E non dimenticarti della tua crescita personale. Migliorare le proprie hard skills è tanto importante quanto conoscere se stessi e migliorare le proprie soft skill.

Mollare

Michael Jordan ha detto “Nella vita ho fallito molte volte ed è per questo che alla fine ho vinto tutto”. Questo è il segreto del successo: non mollare!

Finché non provi, non saprai mai se funziona e se la prima volta non è quella buona, riprova ancora e ancora. Non lasciarti scoraggiare, sii il più preciso possibile con l’obiettivo che vuoi raggiungere e fai del tuo meglio per raggiungerlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *